Festività

Bookmark and Share

 
Le festività australiane sono legate alla cristianità: l'Assunzione, 15 agosto; Tutti i Santi, 1° novembre; l'Immacolata Concezione, 8 dicembre; Natale, 25 dicembre; Santo Stefano, 26 dicembre; Pasqua.
Tra le feste pubbliche segnaliamo invece:
  • Capodanno (1° Gennaio): nelle maggiori città hanno luogo esibizioni, gare e manifestazioni che richiamano le tradizioni rurali;
  • Festa del Lavoro: festa pubblica che cade nel quarto lunedì di ottobre;
  • Festa Nazionale (6 Febbraio): ogni anno dal 1934, in questa data la Nuova Zelanda festeggia il Waitangi Day che commemora la firma del Trattato di Waitangi del 1840. Questo trattato, da alcuni considerato il documento di fondazione della Nuova Zelanda) fu firmato dai rappresentanti della Corona Inglese e da cinquecento Maori che vi scrissero le sorti del Paese, riconoscendo il possesso delle sue terre al popolo dei maori, ma consegnando di fatto la sua sovranità alla Gran Bretagna. Questo giorno è stato riconosciuto come festa nazionale dal 1974, ma è sempre motivo di una certa tensione a causa del contenuto del trattato: i Maori spesso organizzano manifestazioni di protesta contro il governo dei pakeha, il termine con cui chiamano i neozelandesi bianchi, in cui ballano l’haka, la danza di guerra, per sfidare la società di cui fanno parte ma in cui non si sentono totalmente integrati;
  • Anzac Day (25 Aprile): in questa importante celebrazione si ricorda il primo sbarco delle forze australiane e neozelandesi (i diggers) a Gallipoli, in Turchia, durante la prima guerra mondiale, azione che costò la vita a moltissimi soldati provenienti dall’Oceania. La festa è chiamata quindi ANZAC, acronimo che sta per Australian and New Zealand Army Corps, ed è dunque, più generalmente, una commemorazione di tutti i caduti in guerra aussie e kiwi, celebrata anche in Australia e alcune isole del pacifico. In questa occasione, a parte le parate militari e le commemorazioni storiche, vengono preparati ovunque i tipici Anzac Biscuits. La loro origine risale alla prima guerra mondiale (gli ingredienti sono dunque molto semplici), quando venivano distribuiti ai soldati al fronte per "rallegrare" i magri pasti distribuiti nelle trincee.

Ogni regione festeggia inoltre il proprio anniversario di fondazione: un evento importantissimo è legato in particolare a ben cinque regioni della Nuova Zelanda (Auckland, Coromandel, Taupo, Waikato e Bay of Plenty) che, l’ultimo lunedì del mese di gennaio, rendono onore tutte insieme al proprio anniversario organizzando una grande e celebrativa regata nel porto di Auckland. Questo è ovviamente un momento di aggregazione e di festa straordinario per gli abitanti delle regioni interessate. 

Eventi:
Per quel che riguarda le manifestazioni e i festival ricorrenti, nei mesi di gennaio e febbraio, nel pieno dell’estate australe, nella capitale si tiene il Wellington Summer Festival, un momento in cui si intrecciano spettacolo, musica, divertimento, moda, cultura e arte. Tra febbraio e marzo si tiene il Wellington Fringe Festival, una manifestazione teatrale simile al Festival Internazionale delle Arti di Edimburgo, che si tiene ogni due anni per un intero mese ed è dedicata alle migliori produzioni di musica e teatro, e il Dragon Boat Festival di Wellington & Wairarapa, una gara di canoe a squadra nella baia della citta che attrae moltissimi visitatori.
 
A Christchurch, la splendida “città giardino”, si tiene invece il Garden City Festival, un evento in febbraio che celebra i fiori, ospitando artisti e attraendo spettatori, curiosi e appassionati non solo dalla Nuova Zelanda ma da tutto il mondo. Ai primi di luglio, infine, ad Auckland si tiene un evento importantissimo dedicato al cinema, l’International Film Festival: è un’occasione per vedere arrivare nella seconda città della Nuova Zelanda le più famose e amate star del grande schermo da tutto il mondo.
Tra le feste tradizionali locali non possiamo non ricordare la bizzarra gara di tosatura di pecore, il Golden Shears Sheep-Shearing Contest ospitato a Masterton nel mese di marzo. Altro evento curioso ha luogo a Nelson in settembre, il Wearable Art Award, un festival dedicato agli abiti eccentrici, ideato da Suzie Moncrieff e proposto per la prima volta nel 1983: questa artista locale organizzò in quell’occasione una sfilata in cui potessero essere mostrati vestiti cuciti con materiali di qualsiasi tipo, anche fuori dal comune (carta, legno, cibo, conchiglie…).