Wellington

Bookmark and Share

Designata capitale e sede del Parlamento dal 1865 grazie alla sua posizione centrale, Wellington è una città situata all'estremo sud dell'Isola del Nord, in uno splendido porto naturale. E' conosciuta per il suo freddo clima invernale, causato dai venti antartici che soffiano nello stretto di Cook (da questo deriva il soprannome di “wind city”). D'estate, invece, diventa un centro piacevole, anche se meno animato di Auckland. E' il punto di partenza del traghetto e dei catamarani che collegano quotidianamente l'Isola del Nord all'Isola del Sud.
E’ anche però una città affascinante e raffinata ed un centro artistico e culturale piuttosto vivace (ospita festival quasi ogni mese). Sono le sue contraddizioni a renderla molto interessante: in essa antico e moderno si sono mescolati e le hanno donato un tocco particolare, a partire dagli edifici moderni che si affiancano a quelli realizzati in pietra, fino ad arrivare a quelli in legno delle colline tutte attorno, risalenti all’epoca vittoriana. La sua principale attrattiva è il magnifico museo Te Papa, terminato nel 1988 e dedicato alla terra e agli abitanti della Nuova Zelanda. Il suo nome è abbastanza significativo, e vuol dire “il nostro posto”: è infatti dedicato alla storia ed alla cultura del paese a partire dalla colonizzazione dei Maori. Tra gli altri edifici d’interesse si possono poi annoverare il futurista Beehive (“alveare”), palazzo che ospita il Parlamento; l’Old Government Buildings, la vecchia sede del governo sita in uno dei più grandi edifici al mondo costruito interamente di legno; la Cattedrale di St. Paul, importante esempio di neogotico coloniale, dalle pareti interne in legno scolpite magistralmente dai migliori intagliatori indigeni; la Civic Square, ovvero la piazza in riva al mare riprogettata interamente nel 1990 dall’architetto Athfield, che l’ha arricchita con sculture e fontane metalliche; la National Library e il Katherine Mansfield Memorial. Fantastici panorami della città possono essere ammirati dalla cima del Mt Victoria e, per i più curiosi, si possono raggiungere i Giardini Botanici attraverso la mitica Cable Car, una graziosa funivia dai vagoni rossi fondata nel 1902.